Ospedali pubblici negli USA

Ospedale pubblico negli USA

L’ultima cosa a cui pensiamo, o a cui vorremmo pensare, quando organizziamo un viaggio di piacere sono gli ospedali.

Un viaggio ben pianificato, però, tiene conto di tutti i fattori e degli imprevisti che possono capitare, specialmente quelli riguardanti la salute.

Il sistema sanitario statunitense, infatti, è molto diverso da quello del nostro Paese, perciò è opportuno informarsi bene sul modo in cui funziona e su come tutelare la propria salute in caso capitasse qualche imprevisto.

Scopriamo qualcosa di più sugli ospedali pubblici degli Stati Uniti.

Sono gratuiti gli ospedali pubblici?

Come ho detto, il sistema ospedaliero statunitense funziona in maniera diversa rispetto a quello italiano.

Abbiamo tutti sentito parlare del famoso e controverso Obamacare, che sembra avere i mesi contati; quello che molti forse non sanno, però, è che il nuovo sistema sanitario promosso da Obama non ha cambiato le regole per gli stranieri che dovessero trovarsi nelle condizioni di dover usufruire delle cure degli ospedali degli Stati Uniti.

Ciò vuol dire che se avete bisogno di cure, anche se vi recate in un ospedale pubblico, non avrete diritto all’assistenza gratuita. Chi non è in possesso di un’assicurazione sanitaria, dovrà pagarsi le cure per conto proprio.

La cosa non va affatto sottovalutata, perché anche le cure più basiche, come l’apposizione di alcuni punti e la somministrazione di antibiotici, possono venire a costare migliaia di dollari (vedi costi sanità USA).

Neanche le cure di emergenza sono gratuite, e vengono anch’esse addebitate al paziente.

Se pensate di recarvi negli Stati Uniti, qualunque sia il motivo del vostro viaggio, assicuratevi di acquistare una buona polizza assicurativa, affidabile e con un massimale alto.

Qual è l’assicurazione migliore?Guarda il confronto

Come funzionano gli ospedali pubblici?

Gli ospedali pubblici degli Stati Uniti sono grandi strutture finanziate dal Governo federale, e, pertanto, offrono assistenza anche ai meno abbienti e a coloro che non possono permettersi un’assicurazione sanitaria (l’assistenza gratuita è offerta solo ai cittadini meno abbienti).

Sebbene garantiscano un buon livello di cure, se non si viene trattati per un’emergenza, le liste di attesa possono prevedere tempi piuttosto lunghi.

Se si ha necessità di cure specifiche, inoltre, le cliniche specializzate o quelle universitarie sono un’alternativa migliore agli ospedali pubblici.

Quando si entra in ospedale, la prima cosa che viene richiesta sono le proprie generalità e i dati dell’assicurazione sanitaria. Se non se ne possiede una, potrebbe venire richiesto il pagamento di una franchigia; in ogni caso, il conto delle spese mediche vi verrà spedito quando sarete dimessi.

Ricordate che se le ferite vengono giudicate non gravi, e viene accertata la vostra impossibilità a pagare, potreste essere dimessi senza che vi sia stato praticato alcun trattamento. Talvolta, neanche una frattura agli arti viene considerata grave.

Se avete necessità di usufruire di cure mediche mentre vi trovate negli Stati Uniti, contattate prima la compagnia assicurativa dalla quale avete acquistato la polizza, per essere sicuri che copra i trattamenti di cui avete necessità.

Qual è la differenza tra gli ospedali pubblici e gli ospedali privati?

Secondo la ricerca American Hospital Association Annual Survey, stilata nel 2014, negli Stati Uniti gli ospedali pubblici sono 2.904, mentre quelli privati sono 1.060.

Tra di essi ci sono diverse differenze. Una delle più importanti riguarda la proprietà: gli ospedali pubblici sono di proprietà dello Stato, gli ospedali privati sono, appunto, istituzioni private, gestite da uno o più proprietari.

C’è una diversità anche nelle dimensioni: generalmente quelli pubblici sono più grandi rispetto a quelli privati, che hanno dimensioni inferiori. La preparazione dei medici, invece, si equivale, mentre le attrezzature sono migliori nelle strutture private.

Un’altra grande differenza sono i costi delle prestazioni, decisamente più alti negli ospedali privati: pensate che il solo costo per la stanza può raggiungere i $1.000. Se viene accertato che il paziente non può permettersi le cure della struttura privata, inoltre, non appena le sue condizioni lo consentono viene trasferito in una struttura pubblica.

Chi può permetterselo preferisce servirsi degli ospedali privati, perché la qualità delle cure è nettamente migliore, e i tempi di attesa sono inferiori. Anche il numero di pazienti che segue ciascun medico è inferiore negli ospedali pubblici.

44 Condivisioni

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

4 commenti su “Ospedali pubblici negli USA”

  1. Salve . Io e la mia ragazza vorremmo andare a ny l ultima settimana di aprile e vorremmo sapere come si può fare una polizza e quanto costa grazie

    1. Ciao Andrea, in questa pagina trovi la comparazione di 5 tra le migliori polizze con relativi costi per una settimana di permanenza.

      Per acquistarle è sufficiente fare click sul bottone “acquista polizza” e basterà inserire i dati richiesti.

  2. Matteo liberotti

    Sto a Miami shores voglio fare una assicurazione sanitaria per mia nipote fi 27 mesi. Mi date un consiglio qui in zona. Liberotti giudeppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.