Costi sanità negli Stati Uniti

Ospedale americano

Questa pagina non serve a terrorizzarti, bensì a renderti consapevole dei rischi a cui si va incontro se si parte negli Stati Uniti senza assicurazione medica.

Polso slogato o fratturato

Senza assicurazione sanitaria, la diagnosi e un trattamento non chirurgico per un polso slogato che solitamente include anche la radiografia e l’onorario per il medico, costa in media $500. Con un polso fratturato i costi salgono fino a $2500.

I costi medi per una radiografia partono dai $190, ma alcuni centri radiologici arrivano a far pagare anche $1000 e più.

I problemi veri arrivano quando è necessaria un’operazione per sistemare il polso. Senza assicurazione, la diagnosi e l’intervento chirurgico hanno costi medi da $7.000 ai $10.000. Ad es. un intervento chirurgico per una frattura del radio distale (tipica frattura del polso) costa mediamente sui $6500 senza includere l’onorario del dottore. Un altra tipica frattura del polso è quella dello scafoide e qui saliamo ad una media di $7328, sempre non includendo i costi del chirurgo.

CAVIGLIA SLOGATA O FRATTURATA
Un altro incidente tra i più comuni è lo slogamento della caviglia. I prezzi sono simili a quelli per il polso e vanno dai $500 ai $2500.

Per la frattura della caviglia con conseguente intervento chirurgico ci vogliono da un minimo di $11.000 fino $20.000 e oltre.

DITA SLOGATE O FRATTURATE
Anche per questi incidenti i costi variano molto a seconda che sia necessario o meno un intervento chirurgico. Nel primo caso si arriva sino a un massimo di $5.000, mentre senza operazione si spendono mediamente sui $1.000.

Come avrai visto è assolutamente antieconomico partire negli USA senza un’adeguata polizza. Confronta le migliori polizze e scegli la tua.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
 

Approfondisci leggendo anche:

56 commenti su “Costi sanità negli Stati Uniti”

  1. Salve,
    visto l’argomento attuale dello jus soli, volevo sapere come si comporta la sanità statunitense nel caso che una donna straniera sia in prossimità di un parto e non abbia i soldi da pagare per le spese del ricovero.
    Grazie

    1. Esistono serie possibilità che Custom Patrol Officer (controllo passaporti) neghi l’ingresso e ti rispedisca sul primo aereo. Nel caso in cui la persona ha estrema necessita di cure mediche, hanno l’obbligo di assisterla con cure ospedaliere. All’accettazione firma un documento nel quale indica eventuali coperture assicurative, o in assenza, sottoscrive che si farà carico di rimborsare gli importi delle cure. Qualora non fosse in grado di firmare, dovrà farlo un familiare. In caso di sospetta e possibile insolvenza (vedi assenza di assicurazione) sara cura dell’ospedale garantire la messa in sicurezza del paziente, per poi espellerlo (letteralmente, e’ successo a me) dall’ospedale appena i protocolli medici dicono che sia possibile…non ha importanza se sei guarito o no, ti buttano fuori. A questo punto inizia la procedura di recupero del credito. L’ospedale ti invia il conto con le modalità di pagamento, se sei americano o residente in qualche modo devi risanare, altrimenti diventi “delinquent” che in una società basata su carte di credito e debiti e’ la peggiore cosa che ti possa succedere perché non hai accesso a nessun credito e ti tocca sanare il debito anche vendendoti casa se e’ il caso. Se sei straniero residente all’estero, e dopo che ti hanno buttato fuori dall’ospedale e sei rientrato nel tuo paese di origine, forse riesci a farla franca perché dipendentemente dall’entità del debito, costa parecchio attivare una pratica internazionale di recupero crediti.

      1. Stefano Cruciani

        Perfetto.
        E allora il Pd farebbe bene a non paragonare lo jus soli americano, con quello che vorrebbero attuare in Italia.
        In America hanno cospicue entrate dalle nascite di bambini stranieri, in Italia sarebbe un altro costo per i cittadini italiani.

        1. Come già espresso da qualcuno, il tema della discussione è meramente assicurativo. C’è pero sempre qualcuno che non perde occasione per parlare dell’italietta anche quando centra come i cavoli a merenda.

  2. ciao carissimo , mio figlio e’ gia’ negli stati uniti da un anno…purtroppo non ha mai fatto assicurazioni…potrei farne una ora??? visto che non vuole piu’ rientrare in italia?? grazie

  3. Ciao Carlo,
    vorrei trasferirmi in Florida con la mia famiglia visto che la mia compagna ha vinto la DV, ma non riesco a trovare siti, blog o altro dove si parla di assicurazioni sanitarie che non siano per turisti. Sai dove posso rivolgermi. Sai quanto può costare una assicurazione che copra tutto per la famiglia (con 2 bambini).
    Grazie
    Andrea

  4. Carlo Pasquale Gargiulo

    Ciao carlo, sono cittadino americano ma risiedo in Italia da 40 anni, devo recarmi in New York e New Jersey il prossimo mese, ho subito quattro interventi al cuore di cui tre in USA da piccolo,
    Ho anche Social Security , vorrei assicurarmi mentre soggiorno in America quale polizza mi suggerisci? Temo sempre per il mio cuore quindi vorrei essere sereno visto anche gli enormi costi dell santo ain America . Praticamente , come mi capita spesso purtroppo in Italia , mi reco in ospedale per problematiche cardiache, ove fosse necessario c’è qualche copertura per me? Grazie di cuore

    1. Ciao Carlo,
      purtroppo polizze italiane che coprono anche eventi derivanti da malattie pre-esistenti, al momento non ne conosco. Fino a qualche mese fa ce n’erano un paio, ma hanno tolto questa copertura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *