Ambasciate e consolati americani in Italia

Visto per gli USA

Il visto d’ingresso per gli Stati Uniti è un documento che pone sempre molti dubbi a chi deve recarsi negli USA: il visto viene richiesto a chi decide di trasferirsi definitivamente lì (immigranti) e, solo per ragioni particolari, a chi ci vada provvisoriamente (non il turista occasionale o i viaggi di studio o affari); il visto viene rilasciato dall’ambasciata americana e dai consolati americani presenti sul nostro territorio nazionale.

I visti per entrare negli States si suddividono in due categorie, quelli per immigranti (cioè coloro che vogliono stabilirsi in maniera permanente negli USA) e quelli per non immigranti (ad esempio, studenti e turisti); in ogni caso il visto deve essere accluso al passaporto, presentandolo quando si entra nel Paese.

Un’eccezione alla regola è rappresentata dal programma “viaggio senza visto” (visa viewer program) che permette di entrare nel Paese straniero senza visto (maggiori info sul sito ufficiale).

Per ottenere il visto occorre fare quanto prima domanda alla ambasciata americana a Roma o ai consolati americani, presenti a Napoli, Milano o Firenze.

Sul sito ufficiale dell’ambasciata americana a Roma consigliano caldamente di avanzare la richiesta con almeno un mese di anticipo prima della partenza e, inoltre, di evitare di acquistare biglietti aerei o effettuare prenotazioni alberghiere prima di essere in possesso del visto; per sicurezza, sarebbe meglio contattare direttamente l’ambasciata per sapere le tempistiche presunte nel periodo in cui avanzate la domanda.

In altre parole, mettete in cima alla lista delle cose da fare per il vostro viaggio in America il visto e poi tutto il resto.

Come ottenere un visto per gli USA

Dunque, cosa bisogna fare per ottenere il visto non immigrante?

Prima di avviare qualsiasi procedura, è bene chiarirsi le idee su quale visto si abbia bisogno, eventualmente consultando la pagina ufficiale.

Una volta individuato il visto idoneo, la prima cosa da fare è connettersi al sito e compilare il modulo DS-160, poi bisogna registrarsi al sito https://usvisa-info.com/: creare un account utente e completare con il numero pratica DS-160; in seguito inserire i dati relativi al corriere tramite cui rispedire i documenti (le società incaricate sono DHL Napoli, DHL Firenze, DHL Milano).

A questo punto pagare la tassa MRV richiesta per visto non immigrante o tramite bonifico bancario o tramite carta di credito.

A questo punto, bisogna prenotare il colloquio con il console: per farlo connettiti al sito https://usvisa-info.com/ e clicca su quale dei due visti sei interessato (immigrante o non immigrante), una volta che sei nella sezione che risponde alle tue esigenze, clicca su “continua” e, dopo esserti loggato, prenota il colloquio.

È utile ricordare che ci sono delle categorie (viaggi di piacere, minori di 14 anni, soggiorno inferiore ai 90 giorni) di viaggi che sono esclusi dal colloquio. In questo caso il visto sarà rilasciato automaticamente e consegnato tramite corriere DHL.

Il colloquio in ambasciata

Alla data richiesta bisogna presentarsi e sostenere il colloquio con il console americano: il colloquio è in genere breve (dura 5 minuti) ed è volto ad attestare – nel caso di visto non immigranti – le solidi radici con il proprio paese d’origine e, quindi, il non obiettivo di stanziarsi definitivamente negli Stati Uniti.

Nel caso in cui il console rifiuti il visto, la procedura si interrompe qui; altrimenti, si riceverà – tramite corriere espresso – il passaporto completo di visto entro 5 giorni lavorativi alla sede DHL più vicina di casa propria; se si desidera ricevere il visto a domicilio ci vuole qualche giorno in più.

L’ambasciata e i consolati americani in Italia

L’ambasciata americana di Roma e i consolati di Milano, Firenze, Napoli, complessivamente considerati, formano la Missione degli Stati Uniti in Italia e il rilascio di visti è solo una delle tante attività che pongono in essere.
Inoltre, infatti, lo scopo della Missione è solidificare i rapporti fra States e Italia, promuovendo le attività commerciali e gli investimenti fra i due paesi.

Ambasciata americana a Roma
Ambasciata americana a Roma

Ambasciata americana a Roma

L’ambasciata americana di Roma ha la competenza per il rilascio dei visti, per i cittadini residenti in queste regioni: Lazio, Abruzzo, Sardegna, Umbria e Marche.

via Vittorio Veneto 121 – 00187 Roma

sito web: italy.usembassy.gov
 | Telefono (centralino): (+39) 06.46741

RomeVisa@state.gov

Consolato americano di Milano

In particolare, il consolato americano a Milano è responsabile sia del welfare che della protezione dei cittadini statunitensi all’estero, autorizza l’emissione dei passaporti e di altri documenti ai propri cittadini, garantisce la protezione della sicurezza dei confini americani e agevola i viaggi legittimi verso gli Stati Uniti.

Il consolato americano di Milano ha la competenza per il rilascio dei visti, per i cittadini residenti in queste regioni: Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Liguria ed Emilia Romagna (solo Piacenza e Parma).

Via Principe Amedeo 2/10
 20121 Milano (Italia)

Tel. (+39) 02.29035.1 (+39) 02.29035.1 
Fax (+39) 02.2900.1165
USVisaMilan@state.gov


Consolato americano a Napoli
Consolato americano a Napoli

Consolato americano di Napoli

Il consolato americano di Napoli, invece, è deputato esclusivamente al rilascio di visti di tipo immigrante, visti fiancè/e e visti Diversity; inoltre, a beneficio delle persone che risiedono in Italia, in Iran e a Malta, il consolato americano di Napoli è competente per le medesime richieste.

Il consolato di Napoli è competente per i residenti delle seguenti regioni: Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia.

Piazza della Repubblica 
80122 Napoli

Tel. (+39) 081.5838.111 (+39) 081.5838.111 
Fax (+39) 081.7611.869
NIVNaples@state.gov

Consolato americano a Firenze

Il consolato di Firenze è competente per i residenti delle seguenti regioni: Toscana, Emilia-Romagna (tranne Piacenza e Parma), Repubblica di San Marino.

Lungarno Amerigo Vespucci, 38, 50123 Firenze
Tel: 055 266951

Accanto all’ambasciata americana a Roma e ai consolati, ci sono anche le Agenzie Consolari che hanno sede a Genova, Venezia e Palermo che forniscono assistenza ai cittadini americani in tema di passaporti che, è bene ricordarlo, non sono consolati (a Palermo, infatti, il consolato non c’è, così come a Genova o a Venezia) e non svolgono le funzioni attribuite a questi.

E’ utile ricordare che è bene controllare le chiusure festive dell’ambasciata e dei consolati al link http://italian.italy.usembassy.gov/chiusure.html

133 Condivisioni

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

12 commenti su “Ambasciate e consolati americani in Italia”

  1. Salve Carlo,
    stamani ho finito di fare il colloquio con il console americano per il rilascio del visto B2 ma se non ho capito male lui mi ha detto che siccome non rimango per molto tempo in america mi fara il B1 e possibile una cosa del genere o ho capito male?
    in ogni caso mi interessa che il visto abbia la durata di 10 anni, quindi la mia domanda e se nella peggiore dei casi mi stanno facendo il B1 avrò un visto con la valdità di 10 anni???

      1. Il motivo è per vacanza quindi visto turistico ma non appena il console ha capito che non sarei mai rimasto in America per più di 3 mesi mi ha detto ok allora va bene il B1, la mia unica preoccupazione è che non duri 10 anni come il B2
        Mi sai dire quanto dura il B1?
        Spero di aver capito male e mi faccia il B2 come avevo richiesto

  2. salve, ma se sono siciliano e voglio che mi rilascino il visto non-immigrante devo effettuare il colloquio a Napoli o posso farlo anche a Roma?

      1. ok. Ma nel sito del consolato di Napoli è scritto che il consolato è esclusivamente autorizzato a rilasciare visti per immigrazione. Non parla di visti non-immigranti.

  3. Mi chiamo salvatore volevo chiederti quali sono I tempi di rilascio per il visto non emigrante dodici anni fa sono stato arrestato per droga era il mio compeanno o scontato la pena non ho precedenti penali in italia e ora sono 15 anni che lavoro in uk con contratto e sono sposato e in figlio tutti e due sono inglesi

  4. Sono un dirigente di un Ente Pubblico, premetto che sono circa 38 anni che mi reco negli Stati Uniti, tra l’altro ho partecipato a 4 maratone di NY, e che ho visitato circa 18 dei 50 Stati che compongono la confederazione. Per la mia frequenza nel visitare gli States avevo ottenuto i visti B1 – B2 unitamente a mia moglie i quali mi sono stati cancellati “without pregiudice”
    all’indomani del rinnovo del passaporto e a seguito della restrizione sugli ingressi in terra statunitense dopo l’Undici settembre. Siccome mia figlia si stabilirà almeno per un anno e forse più negli USA per motivi di studio, e volendole stare più vicini a varie riprese, avevo pensato di richiedere nuovamente il B2 considerando che l’ ESTA non favorisce i pluringressi in terra pamericana. Premetto che ho una solida posizione economica dettata anche dall’essere co-proprietario unitamente a mia moglie di 7/8 immobili. A questo punto, mi domando : mi potrebbero negare il B2 avendo ottenuto l’ESTA lo scorso mese di dicembre e avendo trascorso circa 1 mese negli USA ritornando dopo un mese in Italia ? Ovviamente, i viaggi, tranne in alcuni così sono sempre stati effettuati in compagnia di mia moglie. Grato per l’attenzione, ringrazio anticipatamente per l’atteso riscontro. Cordiali saluti. Elio

    1. Ciao Elio,
      il fatto di aver ottenuto l’Esta non pregiudica in alcun modo il buon esito dell’ottenimento del visto B2. Tieni conto comunque che anche con l’Esta puoi entrare diverse volte anche se la permanenza è inferiore. Anche il fatto di aver fatto il viaggio di un mese non è un problema.

      A parer mio, considerando i solidi legami che hai con l’Italia in virtù del possedimento dei vari immobili, non dovresti avere problemi nell’ottenimento del visto. Ovviamente in sede di richiesta visto fai presente questo tuo solido legame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.